Home

Lo Studio – con sedi a Ferrara e Milano – offre una vasta gamma di servizi di consulenza ed assistenza legale rivolti ad una clientela privata e pubblica con particolare riguardo ai settori del diritto ambientale e dell’igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro. L’avv. Gabriele Taddia vanta in materia di diritto Ambientale e normativa in tema di Sicurezza sui luoghi di lavoro una esperienza professionale pluriennale maturata anche attraverso le numerose collaborazioni con importanti riviste di settore, quotidiani nazionali, e l’attività formativa svolta a favore di realtà industriali di primo piano ed organi di vigilanza di enti pubblici locali. Una selezionata rete di contatti con professionisti di alta competenza è a disposizione della clientela per un servizio di supporto completo e personalizzato nella risoluzione di problematiche tecniche richiedenti competenze multidisciplinari.

News Online:

Sicurezza sul Lavoro

news_lavoro-1

News Sicurezza – Se il Committente non ottempera all’obbligo di informazione di cui all’art. 26 D.lgs. 81/08 risponde dell’infortunio occorso al dipendente dell’appaltatore 12 Dic 2017 - In detta pronuncia la Corte di Cassazione, confermando la sentenza di condanna già emessa dal giudice di merito, ribadisce come sussista, in capo al committente, un obbligo di informazione nei confronti dell’impresa appaltatrice circa i rischi specifici afferenti alla propria organizzazione aziendale, ai sensi dell’art. 26 D.Lgs. 81/2008. Ogni qualvolta tale onere non risulti adempiuto … Continua la lettura di News Sicurezza – Se il Committente non ottempera all’obbligo di informazione di cui all’art. 26 D.lgs. 81/08 risponde dell’infortunio occorso al dipendente dell’appaltatore

ALTRE NEWS

Diritto Ambientale

news_ambiente-1

News Ambiente – A specifiche condizioni, la parte terminale di un trasporto intermodale su strada può essere effettuata da impresa diversa da quella iniziale 12 Dic 2017 - Con Circolare Prot. n. 1235/ALBO/PRES. del 4 Dicembre 2017, si è chiarito che, in caso di trasporto intermodale di rifiuti, la parte finale del trasporto su strada può essere effettuata da impresa diversa rispetto a quella che si è occupata della parte iniziale purché vengano rispettate tre condizioni: in primo luogo, è necessario che le … Continua la lettura di News Ambiente – A specifiche condizioni, la parte terminale di un trasporto intermodale su strada può essere effettuata da impresa diversa da quella iniziale

ALTRE NEWS

Archivio ultime news:

News Sicurezza – Se il Committente non ottempera all’obbligo di informazione di cui all’art. 26 D.lgs. 81/08 risponde dell’infortunio occorso al dipendente dell’appaltatore 12 Dic 2017 - In detta pronuncia la Corte di Cassazione, confermando la sentenza di condanna già emessa dal giudice di merito, ribadisce come sussista, in capo al committente, un obbligo di informazione nei confronti dell’impresa appaltatrice circa i rischi specifici afferenti alla propria organizzazione aziendale, ai sensi dell’art. 26 D.Lgs. 81/2008. Ogni qualvolta tale onere non risulti adempiuto … Continua la lettura di News Sicurezza – Se il Committente non ottempera all’obbligo di informazione di cui all’art. 26 D.lgs. 81/08 risponde dell’infortunio occorso al dipendente dell’appaltatore
News Ambiente – A specifiche condizioni, la parte terminale di un trasporto intermodale su strada può essere effettuata da impresa diversa da quella iniziale 12 Dic 2017 - Con Circolare Prot. n. 1235/ALBO/PRES. del 4 Dicembre 2017, si è chiarito che, in caso di trasporto intermodale di rifiuti, la parte finale del trasporto su strada può essere effettuata da impresa diversa rispetto a quella che si è occupata della parte iniziale purché vengano rispettate tre condizioni: in primo luogo, è necessario che le … Continua la lettura di News Ambiente – A specifiche condizioni, la parte terminale di un trasporto intermodale su strada può essere effettuata da impresa diversa da quella iniziale
News Ambiente – Il conglomerato bituminoso, detto anche frasato d’asfato, deve essere classificato come rifiuto 12 Dic 2017 - Ripercorrendo l’iter motivazionale addotto dal giudice di merito, la Corte di Cassazione ha ribadito, in questa pronuncia, come il materiale solido di risulta dell’attività di scarificazione del manto stradale mediante fresatura, costituto da bitume e inerti, deve necessariamente essere qualificato come rifiuto in quanto richiedente, ai fini del suo riutilizzo, una particolare attività di trattamento … Continua la lettura di News Ambiente – Il conglomerato bituminoso, detto anche frasato d’asfato, deve essere classificato come rifiuto
News Ambiente – Con Circolare n. 15786/2017 il Ministero dell’Ambiente ha fornito alcuni chiarimenti interpretativi in ordine alla disciplina delle terre e rocce da scavo 12 Dic 2017 - La Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento ha emesso, in data 20 Novembre 2017, una circolare esplicativa volta a fornire utili delucidazioni in materia di terre e rocce da scavo alla luce della modifica normativa introdotta con DPR 13 Giugno 2017, n. 120. In particolar modo, dopo aver analizzato la definizione e la qualificazione … Continua la lettura di News Ambiente – Con Circolare n. 15786/2017 il Ministero dell’Ambiente ha fornito alcuni chiarimenti interpretativi in ordine alla disciplina delle terre e rocce da scavo
News Ambiente – Delega di funzioni in materia ambientale: requisito dimensionale dell’impresa e divieto di sub-delega 12 Dic 2017 - In detta sentenza, la Corte di Cassazione fornisce alcuni utili chiarimenti in ordine ai presupposti di applicazione dell’istituto della delega di funzioni in materia ambientale. In primo luogo, pur dando atto della presenza di pronunce di legittimità volte a negare in toto la rilevanza del requisito della dimensione dell’impresa ai fini di una valida e … Continua la lettura di News Ambiente – Delega di funzioni in materia ambientale: requisito dimensionale dell’impresa e divieto di sub-delega