News Ambiente – E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che riconosce un credito d’imposta in favore di coloro che acquistano o utilizzano materiali o prodotti alternativi alla plastica monouso

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale al n. 87 del 13 Aprile 2024, il Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica del 04 Marzo 2024 con il quale si è deliberato di riconoscere un contributo – nella forma del credito di imposta – in favore delle «imprese che acquistano e utilizzano «prodotti della tipologia di quelli elencati nell’allegato, parte A e parte B, del decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 196, che sono riutilizzabili o realizzati in materiale biodegradabile e/o compostabile, certificato secondo la normativa UNI EN 13432:2002»».

Le società beneficiarie, alla data di presentazione della domanda, dovranno: a) risultare «attive, regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese»; b) essere «iscritte all’assicurazione generale obbligatoria o alle forme esclusive e sostitutive della medesima oppure alla gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335»; c) non essere «destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’art. 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 e successive modificazioni e integrazioni, o» non trovarsi «in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche o comunque a ciò ostative»; d) non incorrere in «cause di divieto, decadenza o sospensione di cui all’art. 67 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159»; e) non trovarsi «in stato di liquidazione né» essere «soggette a procedure concorsuali con finalità liquidatoria».

Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica del 04 Marzo 2024 recante «Criteri e modalità di applicazione e di fruizione di un contributo riconosciuto alle imprese, al fine di promuovere l’acquisto e l’utilizzo di materiali e prodotti alternativi a quelli in plastica monouso», pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 87 del 13 Aprile 2024.